domenica 23 luglio 2017

L'EX PORTONE LIGNEO DI SAN GIUSEPPE, E IL NUOVO. Lucia Guagliano fa notare che...


IERI, L'AMARA CONSTATAZIONE DI LUCIA GUAGLIANO SU FACEBOOK


Lucia Guagliano ha aggiunto 3 nuove foto.
57 min
Chiudo in bellezza la giornata .
Mi sono accorta qualche giorno fa che è stata cambiata la porta dell'ingresso centrale della Chiesa di San Giuseppe.
Dico io, i paletti solo al teatro Regina Margherita vengono posti?
La Chiesa di San Giuseppe è stata privata del suo portone antichissimo di buon legno stagionato per essere sostituito da un portone di legno molto tenero.
Non è ammissibile una tale follia consumata nel silenzio e nell'indifferenza di tutti.

Foto del nuovo portone

ph ©lucia guagliano 20 luglio 2017


ph ©lucia guagliano 20 luglio 2017

ph ©lucia guagliano 20 luglio 2017


IL MIO COMMENTO

Piero Carbone da Racalmuto Lucia, che si deve fare? Pronto all'appello! Anche la rupe del Bastione è stata ammodernata, con un muro finto rustico! A che è valso sollevare tecnicamente il problema? Addirittura alcuni intellettualoidi del cavolo hanno irriso chi voleva salvaguardare la rustica roccia scrigno forse di sorprese archeologiche. Le facciate di tante chiese ducotonate... E la ex Pescheria? La colonna superstite si è malinconicamente inclinata! etc. etc. etc. E il quadro di Bonanno, da me procurato in favore del comune, che l'amministrazione comunale, sindaco Luigi Restivo Pantalone, ha prestato per una mostra e mai più recuperato? Ma ha senso parlarne? Uno si fa malabbuliri, e pirchì? Ne vale la pena? Mi auguro di sì.


Foto del vecchio portone
ph ©piero carbone 7 maggio 2017

ph ©piero carbone 7 maggio 2017

ph ©piero carbone 7 maggio 2017
DIALOGO A SEGUIRE, SEMPRE SU FACEBOOK

Lucia Guagliano Caro Piero, dopo le farse che ho dovuto vedere in teatro per chiudere quel gioiello che funzionava molto bene,non mi meraviglio più di nulla.
È un paese che ha ereditato tantissimo dal passato ma che maledettamente,oggi,che sarebbe dovuto essere aiut
ato nel recupero di tante testimonianze storiche,paradossalmente c'è una tendenza a fare inghiottire nel nulla tante pezzi di antiquariato.
Invece di salvaguardare e recuperare: lasciare nel silenzio e nell'indifferenza le cose che pian piano non esisteranno più ,nell'arco di poco tempo.
Tutto è così assurdo.
Nel mentre ci viene imposto di perdere la memoria storica.
Mi pare che Sciascia abbia scritto proprio il contrario.
Guai a perdere la Memoria storica.
Non siamo nemmeno capaci di onorare ciò che Sciascia ci ha scritto,sperando che noi avessimo potuto dare la giusta chiave di lettura delle sue opere.
Questa non è assolutamente onesta intellettuale,e un Paese non sa che farsene.
Gestire
Piero Carbone da Racalmuto Il teatro? Una bufala colossale: c'erano il presidente (Camilleri), un vicepresidente (Savatteri) un consiglio di amministrzaione (Giambrone Francesco e Cavallaro Felice), un direttore artistico (Di Pasquale), di una Fondazione che non era Fondazione, anzi, non era niente, semplicemente non c'era, non risultavano nessun riconoscimento e nessuna registrazione dove dovevano risultare (vedi in tal proposito certificato chiarificatore della Regione Siciliana.) E i soldini come li hanno amministrati? Come Fondazione inesistente o come che? Sciascia? Lo hanno rottamano dopo avere lucrato sul suo nome con vana albagia e pretese monopolistiche. Altro che memoria! Altro che rispettarne il pensiero! Ti ricordi quella tirata sull'opposizione al potere, a qualsiasi forma di potere? Tutto l'opposto!

Lucia Guagliano Si, certo che me lo ricordo!
Dico solo che prima o poi qualcosa dovrà succedere.
Così andremo soltanto a sbattere

Post correlato:

Nessun commento:

Posta un commento